Trattamento chirurgico

Il trattamento che tende ad eliminare le vene malate

Mentre la scleroterapia tende a CHIUDERE le varici, il trattamento chirurgico ELIMINA direttamente le vene malate. Per molti anni i chirurghi hanno praticato una chirurgia efficace ma molto aggressiva con cicatrici grandi e numerose e con asportazione di vene spesso malate solo in parte, con ricoveri lunghi.

Negli ultimi 10-15 anni si è sviluppata una maggiore attenzione all’estetica, alla brevità del ricovero, al risparmio delle vene ancora sane. L’inizio di questa tendenza è dovuto all’invenzione della Flebectomia Ambulatoriale. Questa forma di chirurgia semplificata, inventata dal medico Svizzero Robert Muller circa 30 anni fa, consente l’asportazione delle varici più superficiali (non della safena però) attraverso piccoli tagli di 1-2 mm. A distanza di uno-due mesi dall’intervento i tagli non si vedono più.(Fig a-b)

Fig. a:Varici prima dell'intervento

Fig. a:Varici prima dell’intervento

L’intervento viene eseguito in anestesia locale (come quella del dentista) ed il paziente può alzarsi e camminare subito dopo l’operazione, senza bisogno di rimanere ricoverato. Quando anche la safena deve essere asportata, l’intervento tradizionale è lo “stripping“, cioè l’asportazione per strappamento.

Fig b: Come appare la stessa gamba operata a tre mesi di distanza. Le cicatrici sono difficilmente visibili.

Fig b: Come appare la stessa gamba operata a tre mesi di distanza. Le cicatrici sono difficilmente visibili.

In realtà la parola è più brutta dell’intervento. Questo infatti viene oggi eseguito anch’esso in anestesia locale o loco-regionale con piccoli tagli, rapidamente, con ricovero brevissimo o senza ricovero, almeno negli istituti che hanno interesse a rendere semplice questa chirurgia.

Oltre alla semplicità, questo modo di operare consente un risparmio economico notevole.

I vantaggi della chirurgia sono:

  • Intervento collaudato,
  • Rimozione effettiva della varice,
  • Risultato immediato,
  • Guarigione rapida,
  • Operazione facile,
  • Complicazioni scarse.

Gli svantaggi sono:

  • Intervento aggressivo,
  • Necessità dell’anestesia (totale o regionale),
  • Richiesta esperienza chirurgica dell’operatore,
  • Costo elevato,
  • Non praticabile ovunque,
  • Richiede ricovero (breve).