La terapia compressiva del linfedema

Riduzione dell’edema, apprendimento della fasciatura fino all’autosufficienza e mantenimento del risultato ottenuto

1° fase: Riduzione dell’edema

La prima fase è la più delicata e difficile da realizzare, non solo per motivi tecnici (fare delle fasciature adeguate), ma anche per ragioni psicologiche (accettazione della malattia e della sua cura).
Dopo aver spiegato al paziente le ragioni della terapia compressiva, cercando di giustificare il perché nessuno specialista di quelli interpellati abbia mai proposto la stessa cosa, viene applicata sulla gamba – fig 1 – (o sul braccio) una fasciatura con benda rigida adesiva – fig 2 – che parte dalla radice delle dita ed arriva fino a sotto al ginocchio (od al gomito).  Questa fasciatura è fissa e verrà cambiata dopo una settimana dal medico.

linfedema bilaterale

Fig 1: Linfedema bilaterale più grave a destra

Al disopra di questa prima fascia viene applicata una seconda fascia, elastica, da togliere alla notte e rimettere al mattino – fig. 3 -, che il paziente (od i suoi parenti) deve imparare a gestire da solo. In questa situazione il paziente viene indotto a camminare attivamente durate la giornata.

Fasciatura rigida  linfedema

Fig 2: Fasciatura rigida con imbottitura dell’articolazione della caviglia.

 Dopo una settimana – fig 4 – la maggior parte del liquido libero è stata eliminata. In base al risultato della prima settimana si potrà dire se la cura sarà facile (svuotamento buono) o difficile (svuotamento scarso).

La fasciatura viene rifatta e rivista per una, due, o più settimane fino a quando si è sicuri che il massimo del liquido è stato eliminato. Ci possono volere anche dei mesi nei casi più difficili.
In questa fase un linfodrenaggio manuale (senza interessare le parti fasciate) per due volte alla settimana è molto utile.
L’esercizio fisico è una componente fondamentale di questo trattamento: le contrazioni muscolari favoriscono il drenaggio linfatico passivo (movimento della linfa nelle componenti inerti dei tessuti) e quello attivo (stimolo sulla contrattilità dei linfatici).
Il sollevamento dell’arto malato è sempre molto utile.

seconda fascia linfedema

Fig 3: Una seconda fascia, questa però elastica, viene applicata sulla prima. Questa viene tolta di notte e rimessa al mattino

 2° fase: Apprendimento della fasciatura fino all’autosufficienza

La seconda fase comincia quando si è ottenuto un risultato soddisfacente nell’eliminazione del liquido. Viene allora affidata la fasciatura al paziente, che deve imparare a fare da solo il trattamento. La fasciatura fissa viene alleggerita sostituendola con una calza. La fascia elastica viene messa ad intermittenza o sostituita anche essa con calze o altri sistemi, secondo il bisogno. Il linfodrenaggio viene diminuito di frequenza alternato alla pressoterapia domiciliare.
Il paziente “si abitua” alla sua malattia e viene incoraggiato dal risultato ottenuto.

3° fase: Mantenimento del risultato ottenuto
La terza fase, che si continua con la seconda, prevede che il paziente prosegua il trattamento da solo nel tempo, adattando la cura all’evoluzione della malattia:
nel caso più favorevole potrà eliminare ogni compressione per il tempo, verificato, in cui la parte si mantiene sgonfia (un’ora, due ore, 5 ore, un giorno). Prima che tenda a rigonfiarsi verrà riposizionata la compressione e coadiuvata dalla pressoterapia domiciliare.
Nel caso meno favorevole il tempo utile di gamba (o braccio) libera non è possibile. Si potrà studiare una alternanza di compressione forte e leggera in base ad un ritmo dettato dall’arto malato.
Anche il ritmo dei trattamento associati, specie la pressoterapia domiciliare, sarà dettata dai risultati, che il paziente impara a calcolare da solo.
L’esercizio fisico (meglio se associato a compressione) e l’elevazione dell’arto rimangono una regola costante nel tempo.

linfedema sopo 1 settimana

Fig 4: A distanza di una settimana le gambe (specie la destra che era più malata) si sono ridotte di volume in maniera soddisfacente, ma il trattamento deve continuare per molte settimane