La ricomparsa delle varici dopo un trattamento

Quali sono le ragioni per cui nuove vene possono ricomparire

Le varici possono essere oggi trattate con successo, rapidamente, con vari metodi, in maniera esteticamente soddisfacente.
Tuttavia non è possibile promettere al paziente che altre varici non appariranno più. 
Si tratta infatti di una malattia che ha molte cause. Alcune di queste, dopo il trattamento permangono e continuano ad agire sulla circolazione venosa.
Una parte di queste cause (lesione delle valvole, elasticità dei tessuti) può essere corretta chirurgicamente, un’altra parte (lavoro in piedi, obesità, sedentarietà) può essere prevenuta, ma non è possibile eliminare tutti i fattori predisponenti.
Come conseguenza di questo, una parte dei pazienti che si sottopongono a trattamento delle varici sono destinati a subire la ricomparsa (recidiva) delle varici stesse.

Fig 1 : Recidiva dopo intervento chirurgico sulla safena. Le frecce blu indicano le cicatrici dell'intervento eseguito alcuni anni prima. Sono state segnate le varici da eliminare. Come si può notare, si tratta di nuove varici, spostate rispetto alle cicatrici precedenti. In questo caso è probabile che la zona operata all'inguine si sia riorganizzata ed abbia sviluppato nuove varici fuori della zona operata.  La flebectomia in anestesia locale è l'intervento migliore per risolvere il caso. Ad esso si può efficacemente associare la scleroterapia per i casi di recidiva alla regione dell'inguine.

Fig 1 : Recidiva dopo intervento chirurgico sulla safena. Le frecce blu indicano le cicatrici dell’intervento eseguito alcuni anni prima. Sono state segnate le varici da eliminare. Come si può notare, si tratta di nuove varici, spostate rispetto alle cicatrici precedenti. In questo caso è probabile che la zona operata all’inguine si sia riorganizzata ed abbia sviluppato nuove varici fuori della zona operata.
La flebectomia in anestesia locale è l’intervento migliore per risolvere il caso. Ad esso si può efficacemente associare la scleroterapia per i casi di recidiva alla regione dell’inguine.

Recidive dopo intervento chirurgico 
La ricomparsa delle varici dopo un trattamento (varici recidive) in genere non è immediata, ma richiede qualche anno di tempo. Tipicamente dai 3 ai 5 anni dopo intervento chirurgico sulla safena.
In questo intervallo di tempo le statistiche parlano di 20-30% di recidive dopo chirurgia.
Le ragioni per cui nuove vene possono ricomparire sono fondamentalmente di tre tipi:
– Il trattamento è stato incompleto
– La zona operata si è “riorganizzata”
– La malattia ha avuto una evoluzione fuori della zona operata. 

Tuttavia le cose sono un po’ più complicate dei puri dati statistici. Infatti non tutti gli individui operati male hanno recidive, mentre a volte anche le operazioni perfette le possono dare.
Per questa ragione in genere è inutile prendersela con il chirurgo per aver “sbagliato intervento” (come molti pazienti dicono). Se mai si può rimproverare al chirurgo di non aver spiegato la possibilità (o probabilità) delle recidive.
Sembra, in definitiva, che le recidive capitino soprattutto in persone predisposte, per cui la cosa più importante allora diventa il regolare controllo post operatorio. Infatti se le varici tendono a ripresentarsi è importante arrestare subito il processo e non aspettare che le vene si sviluppino eccessivamente.
La possibilità di seguire l’andamento della malattia con l’Eco-Doppler (esame semplice, di pochi minuti, non invasivo) permette di non arrivare al punto di far sviluppare troppo le nuove varici.
Non facendo avanzare troppo la malattia, il trattamento delle recidive sarà semplice e rapido, senza necessità di operazioni complesse.

Recidiva dopo scleroterapia
La scleroterapia chiude le varici invece di toglierle. Non richiede intervento chirurgico ma ha una percentuale maggiore di recidive. Le varici che si riformano però possono essere trattate di nuovo con la scleroterapia, per cui la recidiva non sempre è considerabile come fallimento della cura, ma spesso come una delle fasi di cura, specie se il paziente viene tenuto sotto controllo almeno annuale.